Almeno mille morti in un sisma nell'Afghanistan orientale

Almeno mille morti in un sisma nell'Afghanistan orientale

Un potente terremoto ha ucciso almeno 1.000 persone e ne ha ferite 1.500 nell'Afghanistan orientale. Il sisma si è verificato nella provincia di Paktika, vicino al confine con il Pakistan, nella notte di martedì.

La scossa, di magnitudo 6.1 a una profondità di 50 chilometri, ha distrutto centinaia di abitazioni. È il terremoto più grave da due decenni a questa parte nel Paese mediorientale, che già vive una situazione precaria dopo la guerra e il ritorno al potere dei talebani.

"Lo scenario in Afghanistan è quello della peggiore siccità degli ultimi 37 anni, della crisi della malnutrizione e della diffusione di malattie prevenibili come la diarrea acuta e il morbillo - dice Sam Mort, dell'Unicef afghano - Queste comunità sono indebolite da mesi e anni di sfide. E quindi questa tragedia è arrivata proprio nel momento sbagliato".

Euronews
Il terremoto nella provincia orientale di Paktika - Euronews

Appello dei talebani

Il terremoto ha colpito a circa 44 km dalla città di Khost e le scosse sono state avvertite fino al Pakistan e all'India.

Il governo di Kabul ha chiesto aiuto alle Nazioni Unite. Mobilitata anche Emergency, che ha inviato sette ambulanze sul posto e riceve i feriti nei suoi ospedali di Ghazni e Andar.

Le costruzioni precarie delle case afghane hanno contribuito ad aggravare un bilancio che si teme sia destinato ad aggravarsi. Anche perché le comunicazioni sono interrotte e molti afghani vengono a sapere della morte dei loro familiari molto in ritardo. Parlando con l'agenzia di stampa Reuters, i residenti del luogo hanno raccontato di essersi risvegliati circondati da scene di devastazione e di morte. "In ogni strada si sente la gente piangere la morte dei propri cari", ha detto alla Bbc un giornalista della provincia di Paktika.

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
La devastazione nella provincia di Paktika - AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Soccorsi a rilento

I soccorsi hanno impiegato diverse ore per raggiungere le aree più colpite, come il villaggio di Gyan, uno dei più colpiti. Gli ospedali del posto non sono attrezzare per assistere tutti i feriti.

Anche prima della presa di potere da parte dei Talebani, i servizi di emergenza dell'Afghanistan erano male equipaggiati per far fronte ai disastri naturali. Pochi gli aerei ed elicotteri a disposizione dei soccorritori.

L'Afghanistan è particolarmente soggetto ai terremoti, poiché si trova in una regione tettonicamente attiva, su una serie di faglie tra cui quella di Chaman, di Hari Rud, del Badakhshan centrale e la faglia di Darvaz. Nonostante questo, anche a causa della guerra, non sono stati fatti progressi nella prevenzione antisismica.

Nell'ultimo decennio più di 7.000 persone sono state uccise da terremoti nel Paese, come riferisce l'Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari delle Nazioni Unite. In media si registrano 560 morti all'anno a causa dei terremoti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli