Alphabet è la quarta società a raggiungere i mille miliardi di dollari di capitalizzazione

Rita Lofano

Raggiungendo i mille miliardi di dollari capitalizzazione di mercato Alphabet, la holding che controlla Google, è entrata nell'esclusivo club di cui fino ad ora facevano parte solo Apple, Amazon e Microsoft. La società di Jeff Bezos e quella fondata da Steve Jobs avevano raggiunto tale pietra miliare nell'estate del 2018 mentre Microsoft è arrivata a mille miliardi per la prima volta nell'aprile dello scorso anno.

I titoli Amazon non hanno mai chiuso sopra il 'trilione' di dollari, come hanno invece fatto di recente Apple e Microsoft. A dispetto dei timori legali alle più stringenti regolamentazioni, questi colossi della Silicon Valley hanno continuato a macinare utili pur in un contesto di crescita globale tiepida, trascinando al rialzo tutto il settore tecnologico.

A spingere Alphabet sui mille miliardi di dollari di valore alla fine della seduta odierna è stato il guadagno dello 0,8% delle azioni Classe A insieme al rally dei titoli Alphabet Classe C (senza diritto di voto).

Le cinque principali società dello S&P 500 (Apple, Microsoft, Alphabet, Amazon e Facebook) rappresentano ora il 19% in termini di peso sull'indice. Apple marcia ora verso i 1.400 miliardi di capitalizzazione, Microsoft verso 1.250 miliardi mentre Amazon si muove sui 930 miliardi di dollari. Facebook vale circa 635 miliardi.

Alphabet è stata creata nel 2015 per separare il core business del motore di ricerca dagli altri segmenti che vanno dalla robotica all'auto a guida autonoma. Dallo scorso 3 dicembre l'amministratore delegato è Sundar Pichai, già Ceo di Google e che ha mantenuto il doppio ruolo.