Alpine A110 E-Ternité: la decappottabile 100% elettrica

(Adnkronos) - Alpine A100 E-Ternité è un prototipo che anticipa il futuro del marchio automobilistico francese. È stata presentata in occasione del Gran Premio di Francia di Formula 1, una decappottabile a zero emissioni che conserva intatta la leggerezza e agilità della sorella con motore endotermico.

“Voglio elettrificare Alpine perché possa entrare nell’eternità”, queste le dichiarazioni di Luca de Meo poco tempo dopo il suo arrivo nel Gruppo Renault, una sfida raccolta con successo da Laurent Rossi, CEO di Alpine.

Quattro gli aspetti innovativi di questo prototipo: il sistema multimediale all’avanguardia che riprende il tablet del conducente, un impianto audio con effetto surround, la possibilità di scoprire la vettura per una guida a contatto con la natura e senza rumore e l’utilizzo di materiali innovativi che coniugano leggerezza e sostenibilità.

La sportiva francese prende in prestito diverse soluzioni presenti in casa Renault, i moduli batteria, dodici complessivamente sono uguali a quelli della Megane E-Tech Electric, quattro moduli sono stati posizionati all’anteriore e otto al posteriore, una soluzione che nonostante l’alta capacità di immagazzinare energia, ha consentito di distribuire il peso tra gli assi e di abbassare il baricentro.

Innovativa è anche la trasmissione, si tratta di un doppia frizione, che rende piacevole ed efficiente la guida, senza vuoti di coppia, la E-Ternité ha una potenza massima di 178 kW per una coppia di 300 Nm.

Rispetto alla versione endotermica le prestazioni della full electric sono sostanzialmente simili: velocità massima di 250 km/h, 0 - 100 km/h in 4,5 secondi e un peso in ordine di marcia di 1.378 kg (1.120 kg per la versione a combustione interna).

Una coupé sportiva elettrica che si fregia anche della presenza di materiali innovativi e rispettosi dell’ambiente, per il secondo prototipo di E-Ternité, è stata utilizzata della fibra di lino per rivestire alcuni componenti della carrozzeria tra cui il cofano, tetto, lunotto posteriore, minigonna posteriore, griglia e scocche sedili, un materiale prodotto in Normandia, resistente quanto il carbonio ma capace di una migliore insonorizzazione acustica.

L’impiego di questa fibra naturale ha consentito di utilizzare un solo stampo compatibile con diversi materiali compositi.

Una A110 scoperta, una sfida che i tecnici Alpine hanno saputo affrontare adottando una soluzione semplice quanto geniale, così senza intaccare la proverbiale rigidità della scocca della versione di serie, il tetto tradizionale è stato “sostituito” da due gusci in fibra di carbonio riciclato, asportabili completamente e in grado di trasformare in pochi secondi la coupé in decappottabile, per un piacere di guida senza compromessi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli