Alta Corte Londra: un uomo può essere "madre" quanto una donna -2-

Ihr

Roma, 25 set. (askanews) - "Essere una madre "è lo status concesso a una persona che subisce il processo fisico e biologico di arrivare a partorire un bambino", ha scritto il giudice Andrew McFarlane nelle sue conclusioni. "Ora è clinicamente e legalmente possibile per una persona, il cui sesso è legalmente riconosciuto come maschio, rimanere incinta e partorire", ha detto.

"Sebbene il genere di questa persona sia "maschile", il suo status di genitore, che deriva dal suo ruolo biologico nella nascita, è quello di "madre", ha insistito in una decisione che ridefinisce il concetto di maternità finora "associato all'essere una donna". Secondo il giudice, "potrebbero esserci madri maschi (di genere) e madri femmine (di genere)". "Il termine madre è indipendente dal genere legale", proprio come lo status di padre", ha concluso.