Althea, “Stop” a violenze narcisismo patologico diventa musica

featured 1619623
featured 1619623

Roma, 17 giu. (askanews) – La band femminile “Althea” – con musica e parole che fondono stili diversi e moderni – lancia un messaggio attuale sul narcisismo dilagante che crea ferite e catene dalle quali a volte sembra impossibile potersi liberare. Una canzone che non vuole essere solo un grido di denuncia, ma anche uno “stop” a tutte le violenze verbali, psicologiche e fisiche di cui tante persone sono vittime.

Lucia Castellano, fondatrice della band, spiega il significato del nome “Althea”: “Deriva dal greco althos (cura), significa “colei che cura” e ci rappresenta perché ci sentiamo un po’ ‘streghette’, capaci di curare le ferite dell’anima grazie alla nostra empatia e sensibilità”.

Oggi tante persone subiscono violenze che troppo spesso vengono sottovalutate perché non lasciano segni visibili, proprio come quelle derivanti da relazioni tossiche e manipolatorie.

Lucia Castellano si occupa di più della parte di composizione musicale, Greta Martello dei testi. “Il nostro è stato un incontro di due anime affini e di uno spirito artistico che ci accomuna. I nostri talenti, uniti insieme, hanno creato il progetto Althea e il singolo d’esordio Miele sulla pelle, che affronta una tematica molto attuale e importante sul narcisismo patologico e sulle relazioni tossiche in generale”.

Greta Martello spiega la metafora scelta come titolo della canzone: “Tante relazioni all’inizio appaiono dolci e buone, ma poi sono come il miele quando si appiccica sulla pelle, diventa difficile liberarsene. Il narcisista patologico, con il cosiddetto “love bombing”, ti fa inizialmente credere di essere la persona migliore del mondo, ti riempie di attenzioni e di premure, ma poi a lungo andare ti tratta male, facendoti sentire sbagliata e inadeguata, e riesce in modo subdolo ad ingabbiarti, creando una dipendenza che è molto difficile da scardinare e curare”.

Esordio in un singolo per la particolare voce di Greta Martello, che dopo numerose collaborazioni ed esibizioni importanti, sposa un progetto completamente nuovo, capace di valorizzare la sua anima soul in un pop rock dirompente.

Lucia Castellano, pianista e tastierista, co-conduttrice per Rai Radio1 Friuli-Venezia Giulia, da sempre si è dedicata a progetti musicali di sole donne, e donne sono anche le musiciste con cui ha preso parte al videoclip “Certe donne brillano” di Ligabue.

Il primo singolo scritto dalla band, “Miele sulla pelle”, è disponibile in tutti gli stores online; uscito il 20 maggio sotto l’etichetta Orangle Records, è distribuito dalla Universal.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli