20mila americani potrebbero morire a causa del covid nei prossimi 21 giorni

Sacha Malgeri
·1 minuto per la lettura
(Photo: Haris Mulaosmanovic / EyeEm via Getty Images)
(Photo: Haris Mulaosmanovic / EyeEm via Getty Images)

Secondo le stime del US Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti potrebbero esserci altri 20mila decessi causati dagli effetti del coronavirus nei prossimi 21 giorni. Il Cdc è un organismo di controllo della sanità pubblica: in un’analisi, riportata dalla Cnn, ha previsto che entro il 22 agosto le morti dovute al covid-19 negli Usa potrebbero arrivare a 173,000. In questo momento è già il paese che registra più morti di tutti: sono a quota 154,447.

In particolare, secondo il Cdc è probabile che i decessi aumenteranno in Alabama, Kentucky, New Jersey, Porto Rico, Washington e Tennesee. Secondo gli esperti sono gli incontri sociali che stanno rafforzando la diffusione del virus, per questo stanno aumentando i moniti verso i cittadini statunitensi sull’indossare la mascherina, argomento sul quale c’è ancora molto dibattito.

“Siamo vicini a raggiungere il 55% di americani che indossano la mascherina”, ha dichiarato alla Cnn Chris Murray, ricercatore dell’Università di Washington. ”È una buona notizia, ma c’è ancora molta strada da fare per raggiungere il 95% di Singapore, il che salverebbe davvero molte vite in questo paese”.

Dei ricercatori del Texas hanno calcolato che basterebbero 2 settimane di rispetto del distanziamento sociale per ridurre la diffusione del virus del 65%, prevenendo circa 1,5 nuovi casi.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.