Altri 60 contagi sulla nave da crociera in Giappone

Circa altre 60 persone fra passeggeri e personale a bordo della nave da crociera Diamond Princess al largo di Yokohama (vicino a Tokyo) sono risultati positivi al nuovo coronavirus di origine cinese, lo scrivono oggi i media giapponesi.

Questo numero aggiuntivo porta a circa 130 il numero totale di individui infetti sulla nave da crociera, che ora è in quarantena. La sontuosa nave è arrivata una settimana fa al porto di Yokohama, a sud-ovest di Tokyo, trasportando circa 3.700 passeggeri e membri d'equipaggio.

Prima che fossero noti i 60 nuovi casi, circa 100 dei passeggeri e dell'equipaggio erano già stati ricoverati in ospedale, mentre i restanti 3.600, per lo più anziani di varie nazionalità, sono ancora in quarantena a bordo. Il periodo di quarantena potrebbe durare fino al 19 febbraio. I test sono stati inizialmente limitati alle persone che hanno mostrato sintomi o che sono venute a contatto con un passeggero che era precedentemente sbarcato a Hong Kong e che è stato trovato come portatore del virus.

In seguito sono stati estesi alle persone vulnerabili a bordo, comprese le persone che erano state a contatto con i nuovi casi di infezione. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha invitato il Giappone ad adottare tutte le misure necessarie per accompagnare i passeggeri della Diamond Princess confinati a bordo, comprese le misure di supporto psicologico.