Altri guai per Ghosn: accusato anche da SEC statunitense

Mos

Roma, 23 set. (askanews) - L'autorità regolatrice di borsa Usa SEC ha accusato oggi l'ex numero uno di Nissan e Renault Carlos Ghosn, assieme a un suo collaboratore, Greg Kelly, di aver nascosto oltre 140 milioni di dollari in introiti. Lo riferisce l'agenzia di stampa France Presse.

"Dal 2009 al suo arresto a Tokyo a novembre 2018, Carlos Ghosn ha preso parte a una trama per dissimulare oltre 90 milioni di dollari di remunerazione, a cui vanno aggiunti più di 50 milioni di dollari di indennità per il ritiro di Ghosn", ha comunicato la SEC.

Il manager, che è in carcere in Giappone per una serie di accuse diverse, ha concluso un accordo amichevole con la SEC, senza riconoscere o negare le accuse.