Altro sbarco di migranti a Lampedusa, 57 persone intercettate da GdF

migranti-lampedusa

Mentre le donne e gli uomini a bordo della Open Arms stanno ancora aspettando di scendere dalla nave, un nuovo sbarco di migranti è avvenuto a Lampedusa nella tarda serata del 17 agosto. Un barcone con 57 persone a bordo è stato infatti intercettato dalla Guarda di Finanza a largo dell’isola di Lampione, ad ovest del comune siciliano. Giunte sul posto, le Forze dell’Ordine hanno subito provveduto ad effettuare il trasbordo dei migranti a bordo delle proprie unità di soccorso, per poi farli sbarcare presso il molo Favarolo di Lampedusa.

Altro sbarco di migranti a Lampedusa

Stando a quanto riportato dai media, il barcone sarebbe giunto nelle acque di Lampione in totale autonomia, venendo poi qui intercettato da una motovedetta della Guardia di Finanza. Una volta eseguito il trasbordo dei migranti, essi sono stati poi fatti sbarcare presso il molo Favarolo. Lo stesso molo da dove i migranti della Open Arms stanno aspettando di scendere da due giorni dopo esservi giunti nella giornata del 15 agosto e dopo 16 giorni trascorsi fermi in mare.

Un episodio che fa presumere come la politica dei “porti chiusi” del ministro dell’Interno Matteo Salvini sia per lo più diretta nei confronti delle Ong. Non è la prima volta infatti che piccole imbarcazioni autonome riescano in maniera rocambolesca a raggiungere le coste del nostro Paese. Tutto questo mentre alle navi delle Organizzazioni non governative viene strenuamente impedito l’ingresso nelle acque italiane.

Lo sbarco dei minori della Open Arms

Per il momento infatti, dalla Open Arms sono stati fatti sbarcare dalla Open Arms soltanto i 27 minori non accompagnati. Decisione presa in seguito alle pressioni fatte dal Premier Giuseppe Conte e dalla ministra della Difesa Elisabetta Trenta.

La scelta di far sbarcare i minori non è però andata giù a Matteo Salvini che ha voluto ribadire la responsabilità del Presidente Conte nell’intera faccenda. Il leader della Lega ha infatti dichiarato: “Prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori attualmente a bordo della nave Open Arms. Darò pertanto, mio malgrado, per quanto di mia competenza e come ennesimo esempio di leale collaborazione. Disposizioni affinché non vengano frapposti ostacoli all’esecuzione di tale Tua esclusiva determinazione. Non senza ribadirTi che continuerò a perseguire in tutte le competenti sedi giurisdizionali l’affermazione delle ragioni di diritto che ho avuto modo di esporti”.