Altroconsumo anticipa il risultato dei test: in caso di urto le basi non tengono fermo il seggiolino

·2 minuto per la lettura
L'immagine pubblicata sulla pagina FB della Chicco
L'immagine pubblicata sulla pagina FB della Chicco

Base seggiolino auto della Chicco richiamata per rischio sicurezza: ecco i modelli interessati da una serie di test i cui risultati sono previsti a maggio ma che Altroconsumo ha deciso di anticipare per ovvie questioni di sicurezza. La Chicco ha comunque richiamato alcune basi Isofix difettose del seggiolino, in questione, il modello Kiros i-Size. Perché? Durante i crash test il modello ha mostrato una serie di criticità. E si è trattato di criticità tanto serie da spingere il consorzio automobilistico europeo e le stesse organizzazioni di consumatori, tra cui Altroconsumo, ad anticipare la diffusione dei risultati del test.

Base seggiolino auto richiamata prima di maggio

Quei risultati infatti erano attesi per maggio, ma il gap fra ufficializzazione e potenziali incidenti è troppo ampio, meglio perciò dare immediatamente contezza dell’alert. Gli ultimi test di laboratorio non lasciano adito a dubbi: in caso di impatto frontale o laterale il seggiolino può sganciarsi dalla base ed essere proiettato all’interno dell’abitacolo, esponendo i bimbi al rischio di lesioni gravissime. Chicco ha annunciato una immediata campagna di sostituzione, ma in attesa della stessa il consiglio pratico di di fissare il seggiolino con le cinture dell’auto. La base Isofix in dotazione non deve essere utilizzata.

Come riconoscere le basi difettose

Chicco provvederà a una sostituzione gratuita di tutte le basi difettose. E in attesa di avviare le sostituzioni, l’azienda ha fornito una sorta di “manuale” per riconoscere i seggiolini difettosi, eccolo. Si fa riferimento a modelli distribuiti a partire da luglio 2020, in tutto sono 1984 unità. Va considerata l’etichetta di omologazione sulla base del seggiolino: il numero di approvazione di quelle difettose è 030059. Bisogna poi individuare la data riportata sull’etichetta di tracciabilità (su fondo bianco): per la basi difettose sono comprese le date tra il 23/11/2019 e il 19/11/2020. La nota è chiara: “In attesa di ottenere il pezzo di ricambio che ne assicuri la stabilità, se avete un seggiolino Chicco Kiros i-Size non utilizzatelo con la base Isofix in dotazione”.