Amanda Knox: "Ho contattato i genitori di Meredith, voglio parlare con loro"

·2 minuto per la lettura
(Peter Kramer/NBC/NBC Newswire/NBCUniversal via Getty Images)
(Peter Kramer/NBC/NBC Newswire/NBCUniversal via Getty Images)

Si torna a parlare di Amanda Knox, l'ex studentessa americana accusata (poi assolta) di aver ucciso l'amica Meredith Kercher a Perugia nel 2007. 

La 34enne di Seattle, neo mamma e oggi giornalista, ha espresso il desiderio di riavvicinarsi alla famiglia della vittima, dato che nel 2015 è stata assolta.

Amanda e il suo fidanzato dell'epoca, Raffaele Sollecito, furono inizialmente giudicati colpevoli dell'omicidio di Meredith, ma alla fine furono ritenuti non colpevoli. Knox ha trascorso comunque quattro anni in carcere nella città umbra. Condannato invece Rudy Guede (a 16 anni di carcere, ma è stato rilasciato lo scorso dicembre per scontare il resto della pena al servizio della comunità).

GUARDA ANCHE - Lacrime e accise di Amanda Knox

Come si legge sul The Mail Online, Amanda, dopo aver avuto una figlia, si è messa nei panni della madre di Meredith e ha deciso di contattare lei e il marito. Alla domanda se avesse già parlato con la famiglia di Kercher, la ragazza ha risposto: "No, non ancora. So che è una situazione molto complicata. Non so cosa possano pensare di me. E non voglio forzarli ad avere un rapporto con me se per loro è traumatico. Ho inviato messaggi tramite alcuni intermediari dicendo che vorrei parlare".

Amanda ha poi precisato di volere "la stessa cosa che vogliono loro", "la verità", e ha aggiunto: "Voglio sapere cosa è successo a Meredith. Voglio che sia riconosciuta per quello che era, e voglio che la loro sofferenza sia riconosciuta".

Il 1 novembre 2007 Meredith è stata trovata morta, riversa sul pavimento della camera da letto del suo appartamento a Perugia. La studentessa britannica è stata uccisa con 47 coltellate. L'autopsia ha rivelato anche prove di violenza sessuale.

GUARDA ANCHE - Chi è Raffaele Sollecito

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli