Amazon contro Pentagono, Esper: nessuna influenza esterna

A24/Pca

New York, 15 nov. (askanews) - Il procedimento che ha portato il dipartimento della Difesa statunitense ad assegnare a Microsoft un contratto da 10 miliardi di dollari per i servizi cloud è stato condotto "in modo corretto" e non ha subito "alcuna influenza esterna". Lo ha dichiarato il segretario alla Difesa, Mark Esper, durante una conferenza stampa a Seul, in Corea del Sud, rispondendo alla domanda di un giornalista.

Amazon contesta l'assegnazione a Microsoft, affermando, tramite un portavoce, che ci sarebbero "lacune evidenti in numerosi aspetti del processo di valutazione del contratto, degli errori e dei pregiudizi inequivocabili"; la società di Jeff Bezos ha deciso di portare la questione in tribunale.