Amazzonia, Brasile respinge offerta G7

webinfo@adnkronos.com

Il governo brasiliano ha respinto l'offerta dei leader del G7 che hanno promesso 20 milioni di dollari per far fronte alle devastazioni provocate dagli incendi in Amazzonia. "Apprezziamo (l'offerta, ndr), ma forse queste risorse sono più utili per il rimboschimento dell'Europa", ha affermato Onyx Lorenzoni, capo di gabinetto del presidente brasiliano Jair Bolsonaro, in un'intervista al sito d'informazione 'G1'. 

Lorenzoni ha quindi criticato aspramente Emmanuel Macron per l'incendio che lo scorso aprile ha colpito Notre-Dame, sostenendo di non voler ricevere lezioni dal presidente francese che "non può neanche evitare un incendio prevedibile in una chiesa che è patrimonio mondiale dell'umanità".  

Il capo di gabinetto di Bolsonaro ha quindi sottolineato che "il Brasile è una nazione democratica e libera che non ha mai provato pratiche colonialiste e imperialiste, che forse è l'obiettivo del francese Macron".