Amazzonia in fiamme, a Milano protesta di fronte al consolato del Brasile

webinfo@adnkronos.com

Un centinaio di persone sono in presidio di fronte al consolato brasiliano di Milano in corso Europa per protestare contro gli incendi in Amazzonia, aumentati dopo le politiche permissive autorizzate dal presidente del Brasile, Jair Bolsonaro. I manifestanti, con bandiere e striscioni, hanno intonato slogan contro le politiche di Bolsonaro e in difesa della foresta amazzonica. Il presidio fa parte di un'iniziativa di protesta di Fridays for Future di fronte ai consolati brasiliani di tutto il mondo.  

Anche Legambiente ha partecipato alla manifestazione. "È una catastrofe che ci riguarda tutti", spiega Marzio Marzorati, vicepresidente di Legambiente Lombardia. "Dopo i disastrosi incendi in Siberia, una delle molte manifestazioni del fatto che i cambiamenti climatici sono già in atto, siamo costretti ad assistere allo scempio del più grande polmone verde della Terra nell’indifferenza politica globale. È doloroso e inaccettabile che effimeri interessi economici vengano prima della sicurezza della biodiversità e dell’umanità in un momento delicato come quello che stiamo vivendo".