Amazzonia, Greenpeace: incendi più 196%, servono impegni concreti -2-

Red/Bea

Roma, 4 set. (askanews) - Per questo l'APIB invita le persone di tutto il mondo a mobilitarsi domani di fronte alle ambasciate e ai consolati brasiliani, ma anche presso le sedi di società e multinazionali che traggono profitto dalla distruzione della foresta amazzonica.

"Siamo in uno stato di emergenza: non possiamo difendere il clima del Pianeta se non difendiamo le foreste. Ma in Brasile l'Amazzonia continua a bruciare per fare spazio ai pascoli di bestiame e in tutto il Sud America le foreste vengono distrutte per produrre quantità insostenibili di carne e colture destinate a diventare mangimi" dichiara Martina Borghi, campagna foreste di Greenpeace Italia. (Segue)