Amazzonia, la testimonianza del Wwf sugli incendi che la devastano -2-

Red/Bea

Roma, 31 ago. (askanews) - "Gli incendi stanno colpendo tre ecoregioni tra le più importanti per il pianeta, in una area compresa tra Bolivia, Brasile e Paraguay: la prima è l'Amazzonia, la foresta tropicale più estesa del pianeta, bacino idrico fondamentale che conserva il 20% dell'acqua globale e che riesce a stoccare il 25% del carbonio presente sulla terra. Questi incendi stanno liberando il carbonio nell'atmosfera aumentando così i danni dei cambiamenti climatici globali. L'Amazzonia custodisce il 10% delle specie globali con animali simbolo come il giaguaro" ha detto Surkin.

"La seconda è il Pantanal, la zona umida più vasta del pianeta, incastonata tra Brasile, Bolivia e Paraguay. La terza area è la Chikitana forest, tra Bolivia e El Chaco. Il fuoco quindi sta minacciando aree di enorme importanza per la conservazione della biodiversità del pianeta, per la regolazione del clima e soprattutto fondamentali per la sopravvivenza di intere comunità che stanno perdendo le loro terre, la possibilità di avere cibo e ricavare guadagni, e in molti casi la loro casa. Il costo umano e sociale di questi incendi disastrosi è enorme, la gente deve saperlo. Alcuni scienziati considerano questi incendi un acceleratore del trend già in atto nella foresta verso il 'tipping point', ovvero, il punto di non ritorno per l'Amazzonia rispetto alla sua capacità di regolare il clima". (Segue)