Amazzonia, la testimonianza del Wwf sugli incendi che la devastano -5-

Red/Bea

Roma, 31 ago. (askanews) - "Non so se questo disastro possa definirsi un crimine contro l'umanità, ma quello che è certo è che si tratta di una tragedia enorme che ha effetti al livello globale e di cui la comunità globale deve preoccuparsi. Il WWF collabora con molte comunità che ora stanno perdendo praticamente tutto. Una di queste, che vive nella Chikitana forest -all'interno dell'Amazzonia boliviana- ha perso circa 60.000 dollari di legname raccolto maniera sostenibile, il guadagno di un intero anno di lavoro andato in fumo, oltre alla perdita del territorio in cui vivono. Questo sta accadendo anche in Brasile. La gente perde territorio, cibo, casa. Mamme e bambini sono stati evacuati a causa del fumo e delle condizioni di vita impossibili per colpa degli incendi. Il WWF in questi anni è riuscito a ottenere dai governi la tutela del 50% dei territorio forestali dell'Amazzonia in cui vivono le popolazioni indigene. Non possiamo perdere tutto questo e vanificare gli sforzi. Il ruolo di queste popolazioni è fondamentale per conservare l'integrità delle foreste". (Segue)