Amazzonia, Wwf: Italia proponga presa di posizione formale al G7 -2-

Red/Gtu

Roma, 24 ago. (askanews) - Gli incendi in Amazzonia, sono una "tragedia che avrà conseguenze drammatiche", ma da un lato hanno "finalmente evidenziato al mondo quanto sta accadendo nell'area amazzonica".

Data la straordinaria importanza ambientale dell'area, sia per l'equilibrio climatico del pianeta che per il tesoro di biodiversità e di acqua che conserva, l'Amazzonia infatti è monitorata da vari sistemi satellitari sia della Nasa, che dell'Unione Europa col programma Copernicus, che dall'Istituto nazionale di ricerche spaziali del Brasile, Inpe, e "tutti hanno confermato un aumento degli incendi rispetto agli anni precedenti", ha avvertito il Wwf.

In particolare, l'Inpe dall'inizio del 2019 ha registrato nell'intero Brasile 74mila incendi con un aumento dell'80% rispetto lo scorso anno; di questi 39mila riguardano direttamente la foresta amazzonica.

Questo significa che "nonostante gli sforzi e il lavoro svolto negli ultimi anni dalle ong, anche a supporto delle comunità locali, la situazione è fuori controllo". Sempre l'Inpe, che monitora anche lo stato della deforestazione in Amazzonia, ha documentato che tra il maggio e il luglio del 2019 ci sono stati interventi maggiori rispetto agli anni precedenti: nel solo luglio la deforestazione in Amazzonia avrebbe interessato 2.254 chilometri quadrati, come più o meno la provincia di Latina. (Segue)