Amb. Gb: dopo Brexit faremo crescere partnership con Italia

orm

Roma, 30 gen. (askanews) - « A poche ora dall'uscita dall'Ue, colgo l'occasione per ribadire l'impegno a sfruttare e ampliare una relazione speciale da sempre siamo determinati a far crescere ulteriormente in futuro, la nostra partnership con l'Italia »: così l'ambasciatore britannico in Italia, Jill Morris, in una conferenza stampa convocata nella residenza di Vill Wolkonsky alla vigilia della Brexit.

Morris ha sottolineato i dati postivi a livello di flussi commerciali tra Italia e Gran Bretagna (aumentati nel 2018 del 3,4% sull'anno precedente, con 44,5 miliardi di euro in flussi commerciali, beni e servizi) e il fatto che l' Italia sia la prima meta di investimenti per il Regno Unito e il secondo Paese europeo a investire dopo la Germania ». Nel settore del turismo, gli italiani sono aumentati del 2%, a 1,8 milioni », ha aggiunto l'ambasciatore, e gli italiani che hanno fatto richiesta di iscrizione negli istituti accademici e scuole britannici sono « aumentati del 3 per cento sull'anno precedente ».

Secondo Morris, « il 2020 si annuncia anno ricco di iniziative, che contribuiranno a sviluppare i rapporti con l'italia in tutti i campi ».