Ambasciatore Usa allo Spallanzani: "Il 4 luglio pranzo per medici e infermieri"

webinfo@adnkronos.com

Nei tempi del Covid niente festa a Villa Taverna per celebrare il 4 luglio, ma l'ambasciatore americano in Italia ospiterà un pranzo con i medici e addetti sanitari che a Roma hanno combattuto in prima linea contro il coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso Lewis Eisenberg durante la visita oggi allo Spallanzani, esprimendo il "piacere di essere qui per celebrare l'enorme sforzo che il vostro team ha fatto giorno e notte affrontando l'epidemia di Covid 19". 

"Il 4 luglio gli Stati Uniti celebreranno la Festa dell'Indipendenza - ha detto l'ambasciatore - e per la prima volta in 50 anni non ci sarà la festa a Villa Taverna, lo scorso anno abbiamo avuto 3mila ospiti. Visto che quest'anno non potrà esserci, abbiamo deciso come ambasciata con un voto unanime che quest'anno vorremmo offrire un pranzo per voi". Un gesto con cui si intende riconoscere il lavoro svolto "nell'affrontare qualcosa che nessuno di noi poteva aspettarsi, nessuno di noi sapeva come affrontare". "E nessuno avrebbe potuto fare l'enorme, incredibile lavoro che voi avete fatto", ha detto ancora Eisenberg ringraziando e congratulandosi con il personale sanitario dell'ospedale romano.