Ambasciatore Usa in Ue ammette: aiuti a Kiev subordinati a indagini

Fth

Roma, 5 nov. (askanews) - In una testimonianza scritta fornita al Congresso americano, l'ambasciatore statunitense all'Unione Europea, Gordon Sondland, ha ammesso che gli aiuti di Washington all'Ucraina sarebbero stati subordinati all'impegno di Kiev di avviare indagini sul conto dell'ex vice presidente democratico Joe Biden. Lo ha detto la CNN su una delle questioni al centro delle indagini per l'impeachment del presidente Donald Trump.

In particolare, secondo quando riferisce l'emittente, Sondland ha affermato che in un'occasione disse a un importante funzionario del governo ucraino che il pacchetto di aiuti militari all'Ucraina di cui si stava discutendo in quel periodo non sarebbe stato approvato dal governo Usa fino a che il presidente ucraino non si fosse impegnato con Washington a iniziare le indagini richieste da Trump sul conto di Joe Biden e di suo figlio Hunter. (Segue)