Ambiente, Costa: non spendiamo fondi contro dissesto, li abbiamo

Gca
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 lug. (askanews) - "Non questione di soldi, quelli ci sono. Ma restano in cassa: una banalit che rischia di provocare tragedie". Lo dice in una intervista a La Repubblica il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, parlando del dissesto idrogeologico. "L'urgenza di mettere in sicurezza il territorio diventata una necessit. Se i cantieri restano chiusi, in Sicilia come in Lombardia, a causa di pastoie burocratiche alle quali stiamo ponendo rimedio. Un decreto legge che velocizza le procedure c', da qualche settimana: bisogna aspettare che spieghi i suoi effetti". "C' la necessit - aggiunge poi - non pi la semplice urgenza, di un piano di mitigazione del dissesto. Non un problema di risorse. Quelle ci sono, garantite dal fondo di sviluppo e coesione". Parlando poi del Recovery Fund, Costa evidenzia che " un programma tutto orientato verso il green. E' la visione che cambia, mi interessa poco che il fondo di transizione energetica sia stato tagliato. Noi intendiamo promuovere due cose: una finanza ambientale che incentivi le imprese che riducono l'impatto ambientale e minimizzano lo spreco dl risorse. E poi un made in Italy green: un marchio di qualit 'verde' concesso dallo Stato alle aziende che producono senza sfruttamento lavorativo e rispettando il territorio".