Ambiente: Letta, 'giustizia climatica o le diseguaglianze si amplieranno'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 mag (Adnkronos) – "La transizione verde deve essere una transizione giusta. Perché la lotta al cambiamento climatico avrà successo solo se avremo la giustizia climatica. Altrimenti, il rischio è quello di ampliare, piuttosto che ridurre, le disuguaglianze esistenti". Lo ha detto Enrico Letta nel suo intervento al 'Dublin climate dialogue', l'evento di avvicinamento alla Cop26 cui ha partecipato, tra gli altri, John Kerry.

"Se non lo facciamo, il grande rischio è cadere in una trappola ben nota: creare un conflitto tra chi si preoccupa per la fine del mondo e chi si preoccupa per la fine del mese", ha spiegato tra l'altro il segretario del Pd sottolineando che "collegare Next generation Eu al Green deal è stata una decisione fondamentale. L'Europa non è caduta nella trappola della fine del mondo contro la fine del mese. Dobbiamo evitare questa trappola. Per fare ciò dobbiamo anche evitare un errore che è stato commesso negli ultimi anni: quello di guardare le singole questioni isolatamente, senza costruire un'agenda progressista globale".

Letta, tra l'altro, ha sottolineato che i mesi di discussione tra G7, G20 e Cop26 "possono essere decisivi perché la sostenibilità rappresenta oggi un centro gravitazionale cruciale per tutti gli attori socio-economici. Indipendentemente dalle differenze nelle rispettive posizioni e interessi, assistiamo a una convergenza verso obiettivi comuni. Ciò che serve, quindi, è un sistema globale in grado di sostenere e accompagnare gli sforzi che vengono compiuti. Serve un sistema in grado di promuovere e gestire con cura la transizione verde".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli