Ambiente: Mauriello (Mi), 'Governo istituisca un'Autority dell'acqua'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – "Vogliamo mettere al centro dell'agenda politica il problema delle risorse idriche. E proporre al governo la costituzione di un'Autority dell'acqua". Lo anticipa all'Adnkronos, a margine della Direzione nazionale di Meritocrazia Italia (Mi) dedicata alle risorse idriche, Walter Mauriello, presidente nazionale dell'Associazione ed aggiunge: "tra 15-20 anni saranno esaurite le ultime riserve; è un'emergenza che va gestita in modo serio, come il covid".

Perchè un'Autority? "E' un organismo superiore di rango nazionale, che assume decisioni importanti e strategiche, può intervenire anche sulla gestione territoriale in mano ai consorzi che spesso non sono organizzati e sono usati come appoggio politico, invece che come utilità da dare al territorio", risponde Mauriello a margine della Direzione nazionale di Meritocrazia Italia dedicata alle risorse idriche, nella sede della Camera di commercio di Verona.

Tra gli interventi possibili di un'Autority, Mauriello indica "l'inserimento a scuola di una materia specifica, la 'tutela dell'acqua', da studiare al pari di Pirandello. Se chiediamo ad un alunno 'sai come si gestisce l'acqua' non sa rispondere. Ma questa – conclude – è una questione civica. Auspichiamo che il governo possa mettere l'acqua al centro. Senza acqua non c'è vita, non c'è agricoltura, non c'è sopravvivenza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli