Ambiente, operazione CC Forestali contro traffico rapaci -2-

Red/Gca

Palermo, 25 giu. (askanews) - Le indagini dei carabinieri Forestali hanno portato al deferimento all'autorit giudiziaria di 9 soggetti ed al sequestro di numerosi esemplari, fra cui: 8 falchi pellegrini, compreso un raro esemplare della sottospecie calidus, particolarmente ambito dai falconieri e quindi di elevato valore di mercato, due falchi lanari, un falco della prateria, 2 poiane di harris, 2 corvi imperiali, una ghiandaia marina, 2 cardellini, 30 storni.

Oltre a ci sono stati rinvenuti e sequestrati diversi certificati Cites, pronti per essere riciclati, documenti contraffatti e supporti informatici. Proprio l'esemplare proveniente dall'ambiente naturale di calidus, sottospecie in Italia soltanto in passaggio migratorio e quindi non nidificante, ha consentito di verificare un ulteriore tipo di cattura che avviene con trappole apposite di esemplari che poi vengono "ripuliti" e commercializzati con la stessa procedura dei pulli prelevati ai nidi.

A carico degli indagati sono configurabili gravi ipotesi di reato, che vanno dal furto aggravato (la fauna infatti patrimonio indisponibile dello Stato), alla ricettazione, al riciclaggio, ai maltrattamenti, al falso ed alla violazione della Legge 150/92, sulle specie Cites (norma che per questi casi prevede la sanzione dell'arresto fino a 2 anni e l'ammenda fino a 150.000 euro) e della Legge 157/92 sulla protezione della fauna omeoterma.

Nel corso di una perquisizione a Mussomeli stata inoltre rinvenuta una piantagione di marijuana e per tale ragione il proprietario stato posto in stato di arresto.