Ambiente, rapporto: più di 160 attivisti uccisi nel 2018 -2-

Coa

Roma, 30 lug. (askanews) - Il Paese di gran lunga più pericoloso per questi attivisti e leader indigeni che hanno difeso la loro terra è lo Stato delle Filippine, dove sono stati registrati 30 omicidi, ha affermato l'ong. Colombia e India, invece, hanno contato rispettivamente 24 e 23 vittime nel 2018. Con 16 omicidi confermati, il Guatemala è da parte sua il paese con il maggior numero di morti rispetto al numero di abitanti, si legge sull'Afp.(Segue)