Ambiente, Rossi ad Assisi: senza radicalità non c'è cambiamento

Vep

Assisi, 4 ott. (askanews) - "Senza radicalità non c'é il necessario cambiamento. È questo uno dei tre elementi del messaggio che San Francesco ci ha lasciato e che sono ancora di grande attualità". lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi parlando da Assisi nel giorno dell'anniversario del patrono d'Italia. Oggi la Toscana è andata in Umbria - la stima è di 3-4mila pellegrini giunti dalla regione - per donare l'olio che alimenterà, per un intero anno, la fiamma che arde davanti alla tomba del santo.

"L'altro è la sua decisione di schierarsi nettamente dalla parte dei poveri e con i più fragili. Il terzo è un'idea diversa del rapporto tra uomo e natura. Come oggi ci ricordano anche i ragazzi scesi in piazza per il clima, è necessario che l'uomo ritrovi un rapporto con il mondo meno violento e impattante e più secondo natura", ha osservato Rossi.

"Sono felice - ha aggiunto Rossi - di essere qui oggi a rappresentare la Toscana. Quelli che abbiamo sono un onore ed una responsabilità. C'è vicinanza e c'é un legame tra la Toscana e Francesco che si ritirò, prima di scivere il suo Cantico, nel santuario della Verna".

(Segue)