Ambiente: siglato protocollo Wwf-Federazione Canoa Kayak

webinfo@adnkronos.com

Promuovere la conoscenza e la salvaguardia dell’ecosistema marino, fluviale e lacustre con attività congiunte che vanno dall’educazione ambientale a quelle di Citizen Science con i canoisti protagonisti di vere e proprie mappature degli habitat. E' l'obiettivo del protocollo siglato oggi dal presidente della Federazione Canoa Kayak, Luciano Buonfiglio, e la presidente di Wwf Italia, Donatella Bianchi, con cui prosegue il percorso della campagna ecologica “Italia in canoa-pagaiando per l’ambiente” avviata dalla Federazione da più di un anno. 

Questo nuovo connubio tra sport e ambiente diventerà subito operativo inserendosi nel calendario di iniziative previste sia dalle campagne dell’associazione in difesa dei corsi d’acqua e degli ambienti marini, sia negli eventi sportivi più prossimi organizzati dalla Federazione. “Vedo due grandi filoni per questa partnership, la prima legata al tema dei rifiuti e delle plastiche, la seconda dedicata al monitoraggio e alla salvaguardia dei nostri meravigliosi fiumi, purtroppo ben lontani dalle condizioni di naturalità”, dichiara Donatella Bianchi. 

Domenica 27 ottobre, in occasione della Roma Canoe Marathon, anche il Wwf scenderà in acqua in difesa dei corsi d’acqua con il messaggio "LiberiAmo i fiumi". Il 41% dei corsi d’acqua italiani, infatti, è ben al disotto del buono stato ecologico e salvarli significa proteggere habitat fondamentali per la connessione ecologica, per alcune specie rarissime, come la lontra e, soprattutto, per la difesa dagli effetti del cambiamento climatico globale.