Ambiente: Wwf, Governo e Parlamento garantiscano riordino enti parco

(ASCA) - Roma, 18 dic - ''Il Governo e il Parlamento colgano l'opportunita' dello schema di un decreto del Presidente della Repubblica per il 'Regolamento di riordino degli enti vigilati del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare', trasmesso al Parlamento, per assumere un provvedimento in grado di assicurare il riordino dei Consigli Direttivi degli Enti Parco Nazionali''. E' la richiesta del Wwf Italia sul riordino degli Enti Parco Nazionali. ''La gestione dei Parchi Nazionali nel nostro Paese - prosegue Wwf - presenta da tempo gravi problemi in relazione al mancato rinnovo di alcuni Presidenti e molti Consigli Direttivi scaduti. Il ritardo nei rinnovi degli organi collegiali di governo degli Enti Parco (previsti dal comma 4 dell'art.9 della legge n. 394 del 6 dicembre 1991), e' dovuto al mancato riordino dei Consigli Direttivi nell'applicare i provvedimenti legislativi gia' adottati per la riduzione della spesa pubblica che impongono una sostanziale riduzione dei loro componenti''. ''Il Wwf - conclude il Wwf - ribadisce l'importanza di assicurare nella nuova composizione dei Consigli Direttivi degli Enti Parco la prevalenza della rappresentanza degli interessi nazionali e generali rispetto alla rappresentanza delle legittime istanze delle comunita' locali e l'inopportuna presenza nell'organi di governo dei Parchi Nazionali di rappresentanti di specifici interessi di settore''.

Ricerca

Le notizie del giorno