AmbienteParco-Gse, un progetto per la sostenibilità nel Bresciano

·3 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Favorire la promozione dello sviluppo sostenibile nella provincia di Brescia e la diffusione della cultura della sostenibilità attraverso iniziative di formazione e informazione, con particolare attenzione alle scuole ma anche alle Università, alle imprese e ai cittadini: questi i principali obiettivi del protocollo d'intesa firmato oggi da Francesco Vetrò, presidente del GSE - società del ministero dell'Economia che promuove la transizione energetica con il sostegno alle fonti rinnovabili e all'efficienza energetica - e da Cristina Guerra, amministratore unico di AmbienteParco - centro non formale di divulgazione e di educazione alla sostenibilità.

AmbienteParco ha sviluppato uno Science Center dedicato alla sostenibilità ambientale all'interno del Parco dell'Acqua, un'area pubblica di 12.000 metri quadrati a ridosso del centro storico, concessa dal Comune di Brescia, per promuovere la cultura della sostenibilità e coinvolgere i cittadini in progetti legati alla sostenibilità.

Attraverso il Protocollo, AmbienteParco si avvarrà del supporto tecnico del GSE che, nell'ambito della propria mission aziendale, è già impegnato in attività di formazione e informazione dedicate alla Pubblica Amministrazione, ai cittadini, agli studenti e alle imprese.

"La collaborazione con AmbienteParco nasce con l'intento di affermare ancora una volta l'impegno del GSE al fianco del territorio e dei suoi cittadini, realizzando azioni concrete di supporto nel percorso verso la transizione energetica del nostro Paese - ha dichiarato il presidente del GSE Vetrò -. La formazione dei giovani, partendo dalla scuola primaria fino alle università, è una delle leve sulla quale il GSE ha deciso di puntare, affinché tutti si sentano parte dell'ambizioso progetto che vede l'Italia e l'Europa impegnati a costruire un futuro a basse emissioni di carbonio".

La sinergia tra le due parti nasce con l'idea di realizzare interventi a favore dell'efficienza energetica, delle fonti rinnovabili, della mobilità sostenibile e dell'economia circolare, al fine di ideare e gestire insieme eventi promozionali e laboratori didattici sui temi dello Sviluppo sostenibile, attraverso iniziative culturali e sviluppo di best-practice per l'adozione di soluzioni tecnologiche di rilevante profilo scientifico.

"Il coinvolgimento del GSE non è nuovo per noi, siamo partiti 10 anni fa, con la presentazione del Quarto Conto Energia e continua ad essere importante per noi contare sulla collaborazione del GSE per la divulgazione delle tematiche della transizione energetica, a garanzia del rigore scientifico e tecnologico, che ci contraddistingue", ha detto Guerra.

Allo scopo di coinvolgere e valorizzare il territorio, GSE e AmbienteParco collaboreranno insieme anche alle Amministrazioni locali per l'individuazione di un progetto pilota ad alto valore scientifico - replicabile sul territorio nazionale - volto alla riqualificazione energetico-ambientale dello Science center. Le attività da portare avanti insieme riguarderanno, inoltre, anche il tema dell'autoconsumo collettivo di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Da ricordare, infine, che la città di Brescia, che nel 2023 condividerà con Bergamo il riconoscimento di "Capitale Italiana della cultura", si è candidata per il 2024 allo European Green Capital Award, premio assegnato ogni anno dalla Commissione europea ad una città, con oltre 100.000 abitanti, che abbia raggiunto ambiziosi obiettivi sulle tematiche della salvaguardia ambientale e dello sviluppo economico sostenibile.

(ITALPRESS).

fsc/com