Ambra, Ylenia, Serena, Silvia “Brave ragazze” solidali e folli

Ambra, Ylenia, Serena, Silvia “Brave ragazze” solidali e folli

Roma 3 ott. (askanews) – Formano un gruppo insolito e scatenato Ambra Angiolini, Ylenia Pastorelli, Serena Rossi e Silvia D’Amico, le attrici che Michela Andreozzi ha scelto per il suo secondo film da regista, “Brave ragazze”, nei cinema dal 10 ottobre. Ispirato a una vera storia accaduta nella provincia francese negli anni ’80, racconta di un gruppo di donne, molto diverse fra loro ma tutte ugualmente in crisi, che decidono di improvvisarsi rapinatrici.

“Siamo delle donne un po’ disperate, disperatissime, che fanno questa cosa veramente eclatante, decidono di stravolgere completamente le proprie vite facendo anche questo gesto sbagliato… E’ un po’ il sogno della mia vita, io dal ’92, però non ci sono mai riuscita. Questo non è assolutamente vero, è stata anche in carcere varie volte…” dicono ridendo in una intervista collettiva. “Ci siamo divertite davvero, ci siamo travestite da uomini, travestite anni ’80. E’ stato più divertente quando ci siamo travestite da uomini direi. E’ stato l’unico momento in cui c’era veramente della competizione fra noi, su chi era più uomo”.

Unici due uomini del film sono Luca Argentero e Massimiliano Vado. La regista, da sempre sostenitrice delle donne e della solidarietà femminile, ha affermato: “Le ho viste mentre scrivevo, le ho viste dentro la mia testa, erano loro. Il film è questa banda di donne, questa solidarietà, questo gruppo, che hanno fatto sul set e fuori dal set, che è un po’ l’idea che volevo comunicare, cioè il fatto che insieme si funziona come un organismo unico, che insieme si è più forti, che si possono fare anche delle cose sbagliate ma si possono fare delle grandi cose”.