Amendola: Gentiloni e Sassoli ci danno posto per parlare nell'Ue

Dmo

Roma, 23 set. (askanews) - "Neanche al Pd piace come è andata l'Ue negli ultimi anni, una corsa troppo lenta. Oggi che ci sono guerre commerciali e squilibri, bisognava chiedere a questa commissione di correre di più, e lì ci siamo trovati con M5S e Pd. In un approccio pragmatico e critco e di spinta alla Commissione. La nomina di Paolo Gentiloni" a commissario e "di David Sassoli a presidente" dell'Europarlamento "ci dà un posto per discutere e chiedere cambiamenti", ha detto il ministro degli Affari europei Vincenzo Amendola a Skytg24.

"Meglio investire con il cambiamento dell'Ue che stare a casa a urlare con gli alleati nazionalisti europei che pensano ai loro interessi nazionali", ha concluso facendo riferimento alla Lega.