Amendola: solidarietà economica Ue legata a risposta comune urgenze -2-

vgp

Roma, 25 set. (askanews) - "Da parte italiana, anche in vista del Consiglio affari generali e del successivo Consiglio europeo di ottobre, abbiamo ripetutamente ribadito le nostre linee: evitare ulteriori tagli al budget, in particolare per quanto riguarda politica agricola e coesione; opposizione al principio di convergenza esterna delle allocazioni per la PAC; revisione dell'indice di prosperità relativa proposto nella coesione; mantenimento delle risorse Iva; sostegno alle proposte da integrare nel nuovo quadro finanziario con nuove risorse proprie e anche contrarietà alla prosecuzione delle correzioni legate al cosiddetto sconto britannico", ha proseguito il titolare alla politica europea.

L'Italia - ha spiegato Amendola - concorda con la posizione espressa dal Parlamento europeo, favorevole a un aumento ambizioso del nuovo bilancio dell'Unione, e con la proposta della Commissione al momento, che pare all'1,11 per cento del reddito nazionale lordo, mentre ci sono altri stati che chiedono un ridimensionamento del bilancio da contenere entro l'1 per cento del reddito nazionale lordo europeo. (Segue)

Mos

251623 set 19