Amendola: solidarietà economica Ue legata a risposta comune urgenze -3-

Mos

Roma, 25 set. (askanews) - Le priorità, quindi, per l'Italia sono "la politica di coesione, evitare i tagli e l'adozione di criteri svantaggiosi, evitare i tagli sulla politica agricola comune e l'adozione di nuovi criteri della convergenza esterna in tema anche di finanziamento con risorse proprie, favorire l'aumento di risorse, anche introducendo nuovi strumenti - come la web tax, la border carbon adjustment, la financial transaction tax - che sono tutte proposte sul tavolo negoziale dei paesi".

L'Italia vuole "mantenere - ha chiarito ancora Amendola - ampi margini di flessibilità e disponibilità fuori bilancio in modo da poter reagire alle numerose occasioni di emergenza naturali e sociali e anche circa gli elementi di condizionalità, legare il principio della solidarietà economica tra gli stati membri a quello della concreta risposta comune di fronte a emergenze comuni".

Circa i nuovi investimenti per la crescita, Amendola ha detto che l'Italia è favorevole a piani d'investimento sostenibili, come il cosiddetto European New Deal già annunciato dalla Commissione.