"America nazione del male". Il proclama del killer della base navale di Pensacola

HuffPost
The main gate at Naval Air Station Pensacola is seen on Navy Boulevard in Pensacola, Florida, U.S. March 16, 2016. Picture taken March 16, 2016. U.S. Navy/Patrick Nichols/Handout via REUTERS. THIS IMAGE HAS BEEN SUPPLIED BY A THIRD PARTY.

Poco prima di aprire il fuoco nella base aeronavale di Pensacola, in Florida, l’ufficiale dell’aviazione saudita aveva pubblicato su Twitter un breve manifesto in cui definiva gli Stati Uniti “la nazione del male”. Lo riferisce il Site, sito di monitoraggio del jihadismo online. “Sono contro il male e l’America nel suo insieme si è trasformata in una nazione malvagia”, ha scritto il killer identificato come Mohammed al-Shamrani.

“Non sono contro di te semplicemente perché sei americano, non ti odio a causa delle tue libertà, ti odio perché ogni giorno supporti, finanzi e commetti crimini non solo contro i musulmani, ma anche contro l’umanità ”, si legge nel messaggio del killer, scrive il Site. L’ufficiale dell’aviazione saudita frequentava la scuola di volo alla base in Florida, uno delle centinaia di soldati stranieri che ricevono in quella sede l’addestramento.

Ha ucciso tre persone, ferendone altre sette, prima di essere ammazzato da un agente. L’ufficiale saudita era in addestramento alla base da due anni e avrebbe dovuto concluderlo il prossimo agosto. Il suo programma prevedeva l’inglese, le basi dell’aviazione e la fase iniziale del pilotaggio. L’addestramento era pagato da Riad.

 

Continua a leggere su HuffPost