American Express torna a Venezia per il Carnevale

Bnz

Venezia, 11 feb. (askanews) - American Express torna nuovamente nella laguna al fianco della splendida Venezia per celebrarne la cultura e i valori tradizionali in occasione del Carnevale, un evento senza paragoni in tutto il mondo di cui Amex è sponsor. L'evento è il primo nel 2020 di un programma che coprirà tutto l'anno e finalizzato a valorizzare la città di Venezia e le sue eccellenze, specialmente in occasioni di eventi simbolo per la Città e la sua cultura.   Quello che American Express vuole diffondere con questa sponsorizzazione è la magia dell'antica Venezia e la rinascita delle numerose botteghe che tutt'oggi creano, con maestria artigianale, le rinomate maschere e i costumi in grado di trasformare questa celebrazione in un momento indimenticabile. La volontà infatti è da un lato quella di offrire un servizio smart per vivere in prima fila l'esperienza del Carnevale di Venezia attraverso la possibilità di un accesso riservato per i Titolari di Carta registrati ad alcuni degli eventi più iconici del Carnevale.  Dall'altro la missione del brand è di supportare i piccoli esercenti veneziani nel far conoscere a visitatori, cittadini e turisti internazionali la ricchezza artigianale e l'unicità delle botteghe presenti tra le numerose calli.

"Siamo orgogliosi di essere nuovamente a Venezia per un'occasione importante come il Carnevale, da sempre un fiore all'occhiello in tutto il mondo, e di poter essere promotore culturale di questo avvenimento. Vogliamo infatti non solo continuare a investire sulla Città per valorizzarne al meglio il potenziale artistico, culturale e commerciale, ma anche creare un legame per i nostri clienti premium con questa città unica al mondo", ha commentato Piotr Pogorzelski, Vice President & General Manager Global Merchant Services di American Express. "Siamo infatti i primi promotori, all'interno del nostro network globale, di un turismo sempre più di qualità e capace di creare valore e apprezzare l'unicità artistica e culturale di Venezia."