Amici 2019, telespettatori in rivolta: allievo rischia l’espulsione?

amici

Amici 2019 ha appena aperto i battenti, ma ha già creato una polemica davvero notevole. Nel corso della prima puntata del talent è stata formata la classe, ma un allievo non è stato particolarmente apprezzato. Sui social è esplosa una vera e propria rivolta, con tantissimi fan che chiedono l’espulsione del talento in questione. Chi è? Perché i telespettatori hanno avanzato una proposta tanto severa?

Amici 2019: allievo rischia l’espulsione?

La diciannovesima edizione di Amici di Maria De Filippi ha mandato in onda la prima puntata, ma è già esplosa una polemica. Quest’ultima riguarda uno degli allievi scelti per formare la classe 2019 del talent. Stiamo parlando del cantante Skioffi. In realtà, il ragazzo non è ancora uno studente ufficiale perché Rudy Zerbi ha sospeso il suo giudizio, per cui soltanto il prossimo sabato si scoprirà la decisione dei professori. Chiarito ciò, per quale motivo i telespettatori hanno chiesto la sua immediata espulsione? Skioffi non è un nome nuovo nel mondo della musica, tanto che vanta già una vasta schiera di seguaci, e le sue canzoni sono state giudicate spesso come “istagazioni al femminicidio. È proprio questo il motivo per cui i fan di Amici chiedono che il ragazzo non venga ammesso nella scuola. Uno dei suoi brani che ha maggiormente sconvolto l’opinione pubblica si intitola “Yolandi” e recita: “La sbatto contro il muro, tolgo il fondotinta con la forza dei miei schiaffi (…) Non parlare brutta cagna che da oggi sono un cane anche io. Non mi hai mai voluto dare il c**o, adesso me lo prendo, po*co D*o. Shh, dormi adesso che è tutto finito”. Questo pezzo racconta di un uomo che, dopo aver scoperto un tradimento della sua donna, impazzisce di gelosia e la uccide. Il video, della durata di oltre 6 minuti, è qualcosa di davvero inquietante. Ovviamente, non è solo questo il brano che ha sconcertato i telespettatori, ma anche “King del trash”, “In Fondo Al Bar”, “Succhiamy” e “Psicopatico”.

Le critiche a Skioffi

Le critiche che vengono rivolte a Skioffi sono tante e sono in circolazione da qualche anno. Non è solo la sua partecipazione ad Amici ad aver sollevato il polverone, ma il suo nome rimbalza già da tempo nei siti che si occupano di femminicidio. Ad esempio, nel 2018, Letteradonna.it ha scritto: “I testi di Skioffi e la canzone che giustifica il femminicidio. ‘Le tolgo il fondotinta con la forza dei miei schiaffi’, ‘non parlare brutta ca…a’ sono le sue espressioni più gentili. Lui è un rapper ascoltato da migliaia di adolescenti e suoi brani sono zeppi di violenza. Il Centro Antiviolenza Linea Rosa ha scritto: “Al di là dell’ovvio disgusto che provoca un video del genere, la cosa più preoccupante è l’utilizzo chiaramente utilitaristico di un tema così cruciale. Usare il femminicidio come strumento di marketing per attirare l’attenzione sulla propria offerta commerciale è il peggior sintomo di un clima generale non solo di indifferenza ma, ben peggio, di cinismo. Davanti a questo cinismo il nostro lavoro per promuovere l’educazione al rispetto è sempre più cruciale: è chiaro – anche leggendo i commenti positivi che riscuote il video – che manca proprio l’abc”. Che dire? Molti fan di Skioffi fanno notare che le nuove canzoni del rapper sono cambiate rispetto al passato e che anche i temi trattati non sono più tanto crudi. Cosa deciderà la produzione di Amici? Accetterà la proposta di espulsione dei telespettatori? Non ci resta che attendere un comunicato ufficiale da parte dello staff della Queen Mary.