Amministrative 2021, Letta: "Grande vittoria centrosinistra, destra è battibile"

·3 minuto per la lettura

"Vi confesso che sei mesi fa non avrei mai immaginato una giornata così bella, straordinaria a Siena. Ringrazio tutti gli italiani che hanno votato. Questo è un momento straordinario per il nostro partito e per il nostro Paese dopo la pandemia. E' un grande successo per il centrosinistra". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, commentando a Siena i risultati del voto delle elezioni suppletive per la Camera e delle elezioni amministrative 2021.

"Abbiamo vinto - ha aggiunto Letta - perché abbiamo privilegiato l'unità interna del partito a cui ho lavorato in questi sei mesi; abbiamo vinto in secondo luogo per l'unità del centrosinistra e poi per l'unità del Paese. Questa grande vittoria del centrosinistra e del Pd rafforza l'Italia perché rafforza il governo Draghi. Siamo tornati in sintonia col Paese, ovunque, e lo dimostrano i risultati di tutti i grandi Comuni. Abbiamo dimostrato che la destra è battibile".

"Si vince se si allarga la coalizione. Abbiamo vinto sul campo e non sui social, facendo una campagna che riparte dalle persone - ha sottolineato il segretario del Pd - Abbiamo dimostrato che la destra è battibile, non esiste più il centrodestra come lo abbiamo conosciuto, perché non c'è più il federatore, che era Berlusconi".

"Le città che vanno al ballottaggio sanno che non è un secondo tempo della stessa partita. Sarà un turno di contrapposizione tra noi e le destre - ha poi evidenziato - E' un voto che ci dà una grande responsabilità e una grande occasione storica".

"Questo nostro successo - ha aggiunto Letta - sarà speso per andare a vincere i ballottaggi, ma sarà speso anche sui temi dei giovani, del lavoro, della salute pubblica, della sostenibilità e del rilancio del Paese".

"La nostra vittoria è un dato importante per l'Europa perché le grandi città, le metropolitane italiane hanno scelto l'Europa. L'Italia è ancora più europea oggi" ha detto il segretario del Pd.

"Per i ballottaggi ci affideremo agli elettori, chiedendo di scegliere se votare per il nostro candidato o per il candidato della destra, che ha sostanzialmente alzato bandiera bianca. Ovviamente ci rivolgiamo anche agli elettori del Movimento 5 Stelle. Ho visto il M5S in migliore salute dove si è alleato con noi".

"Per noi - ha proseguito - la strada migliore è che Salvini e Meloni continuino sulla strada che hanno intrapreso, va benissimo così. Non credo che le fibrillazioni nel centrodestra mettano a rischio il governo. Anche perché solo Forza Italia ha ottenuto qualche risultato meno peggiore degli altri".

Ed ha scandito: "Abbiamo ottenuto una grande vittoria che ci dà una grande responsabilità, una responsabilità storica. Dobbiamo gestire al meglio il consenso e la fiducia che gli italiani hanno deciso di darci".

"Personalmente - ha aggiunto - condivido questa vittoria con Nicola Zingaretti, che mi ha lasciato il testimone come segretario del Pd".

Poi, ancora sul centrodestra: "Ha sbagliato la scelta dei candidati sindaci, ha candidato personaggi di seconda o terza fila. E non lo dico io, ma i leader del centrodestra. I sindaci delle grandi città europee sono leader europei. Noi abbiamo messo in campo ovunque dei leader".

"I candidati del centrodestra - ha continuato Letta - non hanno convinto nemmeno i leader del centrodestra, nemmeno Berlusconi. Aver sbagliato i candidati delle grandi città rende il centrodestra non affidabile".

Quanto alla capitale, "sono sicuro che Roberto Gualtieri sarà un grande sindaco di Roma. Gualtieri sarà il miglior sindaco per Roma per gestire i fondi del Pnrr. A Roma speravo di arrivare a questo punto e sono convinto che il risultato ottenuto ci consentirà di vincere".

Poi, commentando la vittoria alle elezioni suppletive nel collegio Toscana 12: "Torno in Parlamento con una certa emozione. Ne sono uscito con una certa emozione. Non torno in Parlamento per controllare le nostre truppe - ha aggiunto Letta - Ci saranno passaggi molto importanti, a cominciare dall'elezione del presidente della Repubblica a febbraio, ma prima ci saranno altri passaggi anch'essi importanti come la legge di Bilancio".

"Considero questa elezione nel collegio di Siena - ha affermato - come il completamento della mia formazione politica. Questi due mesi di campagna elettorale così intensa mi mancavano. Ho combattuto comune per comune, frazione per frazione, voto per voto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli