Amministrative, direttore Fanpage: "Nostro servizio non aveva scopo di influire su voto a Milano"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 ott. (Adnkronos) – “L'inchiesta non è partita con lo scopo di influire sulle amministrative di Milano”. Lo dice all’Adnkronos il direttore di fanpage.it Francesco Cancellato, in merito al servizio del giornale online sul legame fra destra istituzionale e destra più radicale, che potrebbe aver inficiato l’esito elettorale alle amministrative nel capoluogo lombardo e il mancato sorpasso sulla Lega da parte di Fratelli d’Italia. “Nella nostra inchiesta – spiega Cancellato – abbiamo parlato del legame fra destra istituzionale e quella con simpatie neo fasciste. Alcuni candidati sono entrati in questo racconto, ma poi la gente vota. Noi facciamo un lavoro da giornalisti e gli elettori fanno il loro, andando alle urne”.

‘Lobby Nera’, dunque, secondo il direttore di Fanpage, “non è un’inchiesta ‘ad orologeria’”, come l’ha definita la Meloni: “Siamo cronisti – sottolinea – e al massimo diamo delle opinioni e la nostra inchiesta, che aveva tempi lunghi, ha incrociato anche persone che erano candidate a Milano. Ma in ogni caso non era finalizzata a condizionare il voto, che è una cosa che non ci interessa minimamente. A Milano abbiamo registrato la netta vittoria di Sala ed è quindi difficile dire se abbiamo influito, ma, lo ripeto ancora, non è un tema ci riguarda”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli