Amministrative/Umbria: nei 9 Comuni al voto il 30,32% candidati donne

(ASCA) - Perugia, 3 mag - Sono complessivamente 134, a

rappresentare il 30,32% dei 442 candidati, le donne che

aspirano a divenire consigliere o sindaco nei 9 comuni umbri

al voto il 6 e 7 maggio. Cinque, in particolare, quelle su

cui si punta per il ruolo di primo cittadino. Due nei Comuni

territorialmente piu' piccoli, rispettivamente di 579 e 681

abitanti (dati censimento 2001) in provincia di Terni e

Perugia: Laura Miscetti espressione della ''Lista Alternativa

per Parrano'' che sfida Vittorio Tarparelli di ''Uniti per

Parrano'' e Marisa Angelini presentata da ''Paese e' Futuro -

Lista civica per Monteleone di Spoleto'' dove la corsa e'

sempre a due, contro Giuliano Perleonardi di ''Tradizione e

Innovazione''. Altrettante le possibili sindachesse in lizza

a Cascia (3.260 abitanti), Laura di Curzi di ''Cascia Nuova''

e Maria Cristina Lalli per ''Cascia Citta' Aperta'', entrambe

contro il sindaco uscente Gino Emili ''Un futuro per Cascia''

ed infine a Valtopina (1.341 abitanti) Francesca Leboroni,

presentata dalla lista ''Centrodestra'', si contrappone a

Danilo Cosimetti e Casere Ninassi rispettivamente alla testa

di ''Centrosinistra'' e ''Lista Civica''. Una lista e'

interamente composta da rappresentati del gentil sesso a

Narni (Tr), uno dei due centri con oltre 15mila abitanti, iin

cui sono ben 5 uomini gli aspiranti sindaco (Sergio Bruschini

- Pdl, Gianni Daniele - Tutti per Narni, Franco Scoccione -

Con i cittadini per cambiare, Giancarlo Marcotulli e il

centrosinistra guidato da Francesco De Rebotti) e che, con 72

donne eleggibili tra le 12 liste presenti, si conferma il

Comune umbro piu' attento alla tutela della componente

femminile. Si tratta di ''Donne per Narni'' (che appoggia

Gianni Daniele) e vede schierate Vittorina Sbaraglini, Catia

Rompietti, Valeria Ghisa, Marusca Dolci, Laura Riva, Micol

Meoni, Gina Molfino, Maria Caterina Romana Cuturiello, Gloria

Romani, Celestina Casavecchia, Dalia Cricco, Silvia

Dominici.

A Todi (Pg), invece, l'altro Comune demograficamente corposo,

16.704 abitanti, 4 candidati sindaco (Carlo Rossini sostenuto

da Psi, Pd, Idv, Prc e Sel, Antonino Ruggiano sostenuto da

Pdl, Cattolici uniti per Todi e la lista che porta il suo

nome, Alberto Leoni per l'Udc e Claudio Serafini, che si

candida con una propria lista) e 128 per un posto da

consigliere comunale dei quali 34 donne. Fanalino di coda

nell'espressione delle pari opportunita', il Comune di

Deruta, che conta una popolazione di 8.090 abitanti. Qui al

sindaco uscente rappresentate del centrodestra Alvaro Verbena

si interfaccia Mario Damiani del centrosinistra, alle loro

spalle 2 team di 10 candidati con soltanto 3 donne, un numero

esiguo rispetto a quanto schierato da territori

demograficamente ben piu' piccoli (quali Attigliano - 1.700

ab. - dove le eleggibili sono 4 come a Bettona - 3.784 ab.;

ed ancora 5 candidate a Cascia, 6 a Valtopina e 3

rispettivamente a Parrano e Monteleone di Spoleto).

Ricerca

Le notizie del giorno