Amnesty: 2.500 rifugiati siriani "deportati con la forza" dal Libano

Fth

Roma, 28 ago. (askanews) - In risposta a una comunicazione ufficiale ottenuta da Amnesty International secondo cui le autorità libanesi hanno deportato con la forza circa 2.500 rifugiati siriani in Siria negli ultimi tre mesi, Lynn Maalouf, direttore della ricerca in Medio Oriente di Amnesty International, ha dichiarato: "Esortiamo le autorità libanesi a fermare queste espulsioni con urgenza e il Consiglio di Difesa superiore ad annullare la relative decisione. E' quanto ha detto la stessa organizzazione in un comunicato.

"Fino a quando gli organismi di controllo indipendenti non potranno accedere alla Siria - inclusa la Commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite sulla Siria - al fine di valutare la situazione di sicurezza per il ritorno sicuro dei rifugiati, non c'è modo di determinare se i rimpatriati sarebbero a rischio reale di gravi violazioni dei diritti umani una volta tornati in Siria", sostiene Amnesty.(Segue)