Amnesty accusa Turchia: siriani rimpatriati illegalmente -3-

Mgi

Roma, 25 ott. (askanews) - In assenza di statistiche ufficiali, stimare il numero delle persone rimpatriate a forza è difficile. Ma sulla base di decine di interviste realizzate tra luglio e ottobre del 2019, Amnesty International ritiene che negli ultimi pochi mesi i rimpatri siano stati centinaia. Le autorità turche parlano di un totale di 315.000 persone tornate in Siria in modo del tutto volontario.

Amnesty International ricorda che rimpatriare rifugiati siriani è un'azione illegale che li espone a gravi rischi di subire violazioni dei diritti umani. "L'accordo tra Turchia e Russia dei giorni scorsi fa riferimento al 'ritorno volontario e sicuro' dei rifugiati in una cosiddetta 'zona sicura' ancora da realizzare. La cosa agghiacciante è che i rimpatri ci sono già stati e in modo né sicuro né volontario. Ora altri milioni di rifugiati siriani sono a rischio", ha sottolineato Anna Shea. (Segue)