Amnesty: arresto e torture a Zaki, repressione sistematica Egitto -3-

Red/Mos

Roma, 11 feb. (askanews) - Patrick Zaki, ricercatore in studi di genere presso l'Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr), frequenta un master all'università di Bologna. Secondo il suo avvocato i funzionari dell'Agenzia di sicurezza nazionale (Nsa) l'hanno tenuto bendato e ammanettato per tutto l'interrogatorio durato 17 ore all'aeroporto e poi in una località non resa nota dell'Nsa a Mansoura. È stato interrogato sul suo lavoro sui diritti umani e sullo scopo della sua permanenza in Italia e piu' volte minacciato, colpito allo stomaco, alla schiena e torturato con scosse elettriche.

L'8 febbraio la procura ne ha ordinato il fermo per 15 giorni in detenzione preventiva.