Amnesty: in Asia cresce repressione su giovani attivisti -6-

vgp

Roma, 29 gen. (askanews) - "Il tentativo dei governi di stroncare ogni espressione critica e di sopprimere la libertà di espressione è stata brutale, come prevedibile, e coloro che hanno osato sfidare questa repressione hanno spesso pagato un prezzo elevato", ha commentato Biraj Patnaik, direttore di Amnesty International per l'Asia meridionale.

"Agli asiatici viene detto che i loro desideri di una società più equa sono fantasie, che le disparità economiche non possono essere modificate, che il riscaldamento globale è inesorabile e le catastrofi naturali inevitabili. Soprattutto, viene detto loro che sfidare questa narrativa non sarà tollerato", ha sottolineato Patnaik. (Segue)