Amnesty chiede a nuovo presidente riforme su diritti umani -6-

vgp

Roma, 22 ott. (askanews) - "La Corte costituzionale gioca un ruolo chiave nell'assicurare che i diritti e le libertà costituzionalmente garantiti siano protetti. Il presidente deve sollecitare il parlamento a procedere alle nomine di sua competenza, senza altri ritardi", ha concluso Morayef.

Amnesty International ha sollecitato il presidente Saied ad assicurare che ogni iniziativa legislativa che presenterà al parlamento sia coerente con gli obblighi e gli standard internazionali sui diritti umani della Tunisia.

Infine, sebbene dal 1991 non vi siano più state esecuzioni, i tribunali continuano a emettere condanne a morte, soprattutto nei casi legati al terrorismo. Per questo, Amnesty International ha chiesto al presidente Saied di mantenere la moratoria sulla pena di morte e di agire in direzione dell'abolizione.