Amnesty:commerci tossici gas lacrimogeni alimentano violenze polizia -4-

Red/Sim

Roma, 12 giu. (askanews) - Durante le manifestazioni dello scorso anno ad Omdurman, nei pressi della capitale sudanese Khartoum, le forze di sicurezza hanno assaltato il pronto soccorso di un ospedale lanciando gas lacrimogeni all'interno e ferendo ulteriormente 10 pazienti ricoverati. Un candelotto esploso sotto al letto di un degente di 70 anni in arresto cardiaco, che poi deceduto 10 minuti dopo.

Dal Venezuela arrivato un video in cui si vede un candelotto forare uno scudo di legno con cui un manifestante cercava di difendersi da un attacco delle forze di polizia nella capitale Caracas.

In sintesi, Amnesty International ha potuto documentare l'uso illegale dei gas lacrimogeni in una serie di circostanze: lanciati in luoghi chiusi e in quantit eccessiva, direttamente contro le persone e nell'ambito di manifestazioni pacifiche mettendo a rischio l'incolumit di persone con minori possibilit di allontanarsi rapidamente come i bambini, gli anziani e le persone con disabilit.

(Segue)