Amnesty condanna il raid contro gli uffici di una ong palestinese

Orm/red

Roma, 19 set. (askanews) - Amnesty International ha definito l'irruzione, alle 2 di notte del 19 settembre, negli uffici di una nota organizzazione non governativa palestinese per i diritti umani come "l'ultimo episodio di un più ampio attacco delle autorità israeliane contro la società civile dei Territori palestinesi occupati".

Nel corso del raid negli uffici di Ramallah dell'Associazione "Addameer" per il sostegno e i diritti umani dei prigionieri, le forze di sicurezza israeliane hanno sequestrato computer, hard disk, file e attrezzature.

"Le autorità israeliane sono determinate a stroncare l'attivismo pacifico e a ridurre al silenzio le Ong. Quello di stanotte è stato un sinistro e calcolato attacco teso a interrompere il prezioso lavoro di 'Addameer' in favore dei diritti umani", ha dichiarato Saleh Higazi, vicedirettore di Amnesty International per il Medio Oriente e l'Africa del Nord.(Segue)