Amnesty: continua a crescere erosione diritti umani a Hong Kong -5-

Red/Coa

Roma, 24 set. (askanews) - L'organizzazione per i diritti umani continua a sollecitare le autorità di Hong Kong a indagare in modo indipendente ed esaustivo sulle denunce di uso inappropriato della forza e altre violenze da parte della polizia e a cessare di avviare procedimenti giudiziari motivati politicamente contro persone che hanno manifestato pacificamente.

Amnesty International chiede inoltre alle autorità di Hong Kong di impegnarsi a proteggere, rispettare e realizzare i diritti alla libertà di espressione, di associazione e di manifestazione pacifica eliminando ogni restrizione arbitraria a tali diritti con la scusa della "sicurezza nazionale".

"Per i milioni di persone che sono scese in strada quest'estate, la Legge sull'estradizione è stata solo la punta dell'iceberg dell'assalto di Pechino ai loro diritti umani. Le autorità devono dimostrare che intendono proteggere i diritti umani a Hong Kong, anche se ciò dovesse significare opporsi alla 'linea rossa' di Pechino", ha concluso Rosenzweig.