Amnesty contro produttori armi: minacciano diritti umani -2-

vgp

Roma, 9 set. (askanews) - Nessuno degli otto produttori che hanno risposto è stato in grado di spiegare in modo adeguato come viene incontro alle sue responsabilità nel campo dei diritti umani né di dimostrare un'idonea dovuta diligenza. Gli altri 14 non hanno risposto affatto.

"Il ruolo dei produttori di armi nei devastanti conflitti segnati da gravi violazioni dei diritti umani è da troppo tempo l'elefante nella cristalleria. Se stati come il Regno Unito sono giustamente portati in tribunale per via dei loro irresponsabili accordi in materia di vendita di armi, i produttori che traggono profitto dalle forniture agli stati coinvolti in quei conflitti restano ampiamente impuniti", ha dichiarato Patrick Wilcken, ricercatore di Amnesty International sui controlli degli armamenti.

(Segue)