Amnesty, Coronavirus e diritti umani: sette cose da sapere -10-

vgp

Roma, 6 feb. (askanews) - "I governi devono prevenire la disinformazione e fornire linee-guida sanitarie accurate e tempestive. Ogni limitazione alla libertà di espressione dev'essere proporzionata, legittima e necessaria. Una lezione che i governi del Sudest asiatico e di altre zone devono apprendere rispetto alla gestione dell'epidemia da parte delle autorità cinesi è che limitare la libertà d'informazione e sopprimere il dibattito in nome della 'stabilità produce gravi rischi e può essere assai controproducente", ha dichiarato Bequelin.

Discriminazione e xenofobia Persone di Wuhan, anche quando non presentavano alcun sintomo, sono state respinte dagli alberghi e costrette a barricarsi in casa mentre informazioni personali su di loro circolavano in modo indisturbato sui social media.

Denunce di xenofobia contro i cinesi o in generale contro gli asiatici sono arrivate da altri paesi. In Corea del Sud, Giappone e Vietnam alcuni ristoranti hanno rifiutato l'ingresso a clienti cinesi, in Indonesia un gruppo di manifestanti ha costretto dei turisti cinesi a lasciare un albergo. In Australia e Francia alcuni quotidiani sono stati accusati di razzismo.

(Segue)